Un radicale cambiamento di paradigma per una nuova definizione di architettura

Alessio Erioli

Abstract


L’architettura sta vivendo un periodo di grandi sfide e quindi di grandi possibilità, come è tipico di tutte le crisi. In questi frangenti, i paradigmi che si ritenevano sicuri fino ad oggi sono i medesimi che la crisi ha generato, perciò essi dovrebbero essere sottoposti ad una revisione critica e nuovi modi di pensare e operare (guidati dal calcolo) possono essere attivamente esplorati e perseguiti. Piuttosto che ritirarsi in intellettuali “case sicure”, l’architettura dovrebbe aprirsi ed essere ristrutturata dal nuovo accelerato cambiamento imposto dalla realtà, rinunciando a metodi obsoleti di anticipato e sforzato controllo e accogliendo un più dinamico comportamento aderente alla realtà. E’ pertanto di primaria importanza promuovere l’esercizio di una immaginazione proiettiva.

Parole chiave


Atteggiamento proattivo; Trend innovativo; Riconoscimento del modello; Complessità; Immaginazione proiettiva

Full Text

PDF (English)


DOI: 10.6092/issn.2036-1602/5920

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2015 Alessio Erioli

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.